Il primo bacio

30 anni. Mai baciata, mai coccolata, mai amata. Che di uomini piacenti, ce n’erano stati, certo. E ‘sta gran cessa non era. Ma nessuno aveva mai osato varcare la soglia dei soliti convenevoli. E così, là rimane, nel 2014, a 30 anni, a Capodanno, al ristorante con “gli amici”, ad aspettare una mezzanotte che l’avrebbe accompagnata sicuramente in un “Buon Anno Nuovo!!” dove niente di nuovo ci sarebbe stato, a parte il 730 che, puntualmente, avrebbe compilato tardi. Chevvitadimmerda. 60 euro buttati nella cloaca, per rompersi le palle come se fosse rimasta a casa, certo… MA IN COMPAGNIA… vuoi mettere? Fa una smorfia disgustata mentre l’ennesimo musicista, secondolavorista, canta Blue eyes, baby’s got blue eyes… in un inglese così schifoso che più schifoso di così fa solo un’ostrica marcia. Deve bere… E giù un po’ di Ferrarelle, che pure astemia è, sfigata tra le sfigate. L’aperitivo, gli antipasti, i primi… sì, sarà successo tra il primo e il secondo. Cerca di muovere con grazia il culo, senza farsi vedere, perché le mutandine rosse (che usanza del cazzo) le stringono così tanto il giro coscia che è sicura che, da un momento all’altro, il pube farà il countdown come i missili della Nasa, autoeiettandosi dal suo corpo per eclissarsi oltre il forno a legna dove Hamid il pizzaiolo sta infornando le focacce da mangiare con il prosciutto crudo. Scotolìa il sedere sullo sgabello di velluto proprio mentre lui si china da dietro per prendere il piatto vuoto davanti a lei. Culo donna tocca cosce cameriere. Cosce si paralizzano. Braccio di cameriere pure lui, paralizzato. Lei gira la testa all’indietro, scotoliàndo ancora il culo, credendo di avere dietro il muro. Muro non è. Lui la guarda. Lei lo guarda. MERDA. E da lì, fino alle lenticchie dell’una di mattina, hanno continuato a guardarsi. Che il 2015 sia l’anno del culo? Nel casino coriandolato dei trenini ballati in memoria di Brigitte Bardot, s’è fiondata verso i bagni. L’ha seguita. L’ha spinta contro il muro. L’ha baciata così profondamente, toccata… tanto. Dicono che al primo bacio, hai uno sguardo magico. Arrivata a casa s’è guardata allo specchio. Sentiva ancora la sua lingua in gola. Apre la bocca… Placche. MERDA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...