Le scommettitrici

S’incontrarono il giorno del suo ventitreesimo compleanno. S’era imboscata alla festa. Due, erano gli ospiti ufficiali di quella festa di compleanno fatta di carbonara e lambrusco. Impossibile nascondersi. Per entrambe. Una faceva finta di essere scontrosa. L’altra faceva finta di non esserlo. Sicuramente in qualche vita precedente s’erano volute bene. Sicuramente s’erano già abbracciate e già s’erano dette che la loro amicizia non sarebbe finita mai. Sicuramente le loro orme, impresse sulla battigia, erano state cancellate dalle travolgenti onde più e più volte, nei secoli addietro. Erano giovani, speranzose. Nulla di brutto sarebbe loro mai successo; MAI. Parlavano fino a notte fonda, a volte senza nemmeno andare a dormire. Altre, invece, una dormiva fino a tardi e l’altra socchiudeva la porta per non farla svegliare dal chiasso della Milano da bere. Giocavano a Yatzee scommettendo sulle loro vite senza pensare che Dio le stava ascoltando, di tanto in tanto, e si segnava le stronzate che dicevano. Dio è crudele. Dio è buono. Dio è giusto. Dio è ingiusto. Dio è. Dio non è. Dio non esiste. Dio non è mai esistito e mai esisterà. Poi una andò via, in un paese lontano. L’altra rimase a Milano. Seppur lontane migliaia di chilometri, sembrava fossero talmente vicine da usmare il profumo l’una dell’altra. Si scrivevano ogni giorno. O forse una scriveva e l’altra rispondeva? Seppur lontane migliaia di chilometri, erano talmente vicine che sembrava che, ogni sera, una socchiudesse la porta per far dormire l’altra. Un giorno una fece l’amore per la prima volta e fu bellissimo. Poi l’altra fece l’amore per la prima volta e fu bruttissimo. Poi una tornò a Milano. Piansero, risero assieme, per molti anni. Poi una si sposò e prolificò. L’altra no. Poi iniziarono ad allontanarsi, pur rimanendo vicine. Così vicine, eppure così lontane che sembrava vivessero in galassie lontane milioni di anni luce. Colpa di nessuno. Nemmeno di Dio. Anche se Dio è crudele. Dio è buono. Dio è giusto. Dio è ingiusto. Dio è. Dio non è. Dio non esiste. Dio non è mai esistito e mai esisterà. No, non fu colpa di nessuno. Perché, certe cose, soprattutto quelle del cuore, un giorno nascono e un altro giorno muoiono. Così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...