Il patto

Un giorno capirai. Un giorno capirai perché, comunque e nonostante tutto, non ho mai smesso d’amarti. Perché io e te, un giorno che il cielo non conosceva tempo, ci siamo messi d’accordo. Io e te, un giorno che il sole, per un impercettibile attimo, ha permesso che lo lasciassimo, ci siamo accordati per farci quello che ci siamo fatti; per dirci quello che ci siamo detti. Quel giorno abbiamo organizzato tutto. Abbiamo accuratamente predisposto, come le pedine bianche e nere d’una dama all’inizio del gioco, il tempo che abbiamo trascorso assieme o lontani, dal primo reciproco sospiro d’amore fino all’ultimo grido d’odio. Qualcuno, molti… non capiranno. Vorrei che, almeno tu, capissi. Non potrò mai smettere d’amarti perché quel giorno, io e te ci siamo accordati. Come i bambini che indossano uno straccio fingendo che sia un mantello e dicono: “Facciamo che io sono Robin Hood e tu il re cattivo?”. Ecco, abbiamo fatto proprio così, amore mio del cuore mio mortale. Le lacrime che piango non sono più di dolore, ma di gioia. Le lacrime che piango sono di ringraziamento. Le lacrime che piango sono di: “Era proprio così che c’eravamo detti….”.  “Facciamo che…?” Tu m’hai promesso di fare il carnefice e io t’ho promesso di fare la vittima. Lassù, non c’è ruolo da punire o da encomiare. Ci sono solo accordi. Poi siamo scesi qua e “abbiamo fatto che…”. Tu hai recitato bene e pure io. La gente, qua, pensava male di te e bene di me. E noi pure… Poi… Non lo so. È successo che ho ricordato l’accordo che abbiamo firmato. È successo che ho capito che non esiste punizione o perdono, non esiste cattivo o buono. Non esiste nulla di tutto questo. Esiste solo l’accordo che io e te abbiamo firmato con la forza della nostra energia che si dissolverà nell’universo, un giorno non troppo lontano. E poi torneremo là, da dove siamo venuti. Tu penserai d’aver fatto tante cose cattive. Io penserò d’averle subìte. Poi qualcuno, qualcosa, verrà a prenderci e ci porterà via, là dove c’abbracceremo riconoscenti, di nuovo, pronti per nuovi accordi da firmare. Perché, coloro che più t’hanno fatto male, saranno sempre coloro che più saprai d’amare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...