Niente per niente

Mister G. arrivò in ufficio tutto pimpante. Disse: “Arriveranno molti pacchi. Non li aprire. Lo farai quando sarò in India a controllare la nuova linea di jeans. È una cosa molto bella per la quale mi ringrazierai, credimi.” Lei lo ringraziò anticipatamente cercando di non rivelare il sottile sarcasmo che avvolgeva meticolosamente intorno alle parole ossequiose. “Nessuno fa niente per niente, ricordatelo” le aveva detto la moglie del cugino, qualche anno prima, mentre sganciava 500 lire per aver accudito i bambini. Lei non si sarebbe mai fatta pagare, ma la donna le disse che si stava bene senza sentirsi in debito e che nessuno, MAI, fa niente per niente. All’epoca pensava fosse una sciocchezza, che lei era una persona benevola e buona e che lei le cose le faceva col cuore, senza necessitare di soldi. Il tempo, la gente, le tristezze della vita e lei stessa, la smentirono. Una cosa che ha imparato, in questa esistenza, è di non fare affermazioni categoriche; almeno non sempre. Mr G. parte. Qualche giorno dopo, al numero 2 di Uxbridge Road che costeggia lo Shepherd’s Bush Green, la sua vita cambia per sempre. Le scatole enormi ingolfano l’ufficio di 10 stanze popolato solo da lei. Mister G chiama dall’India chiedendole se ha indovinato cosa le ha comprato. Spacchetta tutto mentre è ancora al telefono con lui. Si ritrova davanti decine di pezzi di Apple Macintosh. Ci sono persone che “sentono” di cosa sei fatta. Sono persone che ti guardano dentro e non hanno bisogno di farti domande per capire chi sei, cosa ti piace. Lui aveva capito che amava le sfide. Una decina di manuali in inglese, uno schermo enorme, cavi ovunque, una stampante che sembrava un’astronave, floppy disk, tastiere, hard disk. Lei che, fino ad allora, aveva usato macchina da scrivere e telex, si ritrovò a fare un salto da qua all’eternità, senza nemmeno pensarci su più di tanto. S’appassionò al DOS, al cursore, al RUN command più del primo amore. Orgogliosa e fiera, 30 anni dopo, mentre crea, come quando beve l’acqua, siti web, piattaforme di DAD e tutto il resto appresso, s’inchina davanti a Mister G, ovunque lui sia, perchè nessuno, MAI, fa niente per niente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...