Scegliere

 “Mamma, Babbo Natale esiste?” chiese la bambina alla mamma che stava pensando alla cena che doveva cucinare, alla suocera che si comportava da suocera, al marito che non si comportava da marito, a tutti gli altri che sfrecciavano alla velocità della luce attraverso le sue giornate piene d’essere impiegata, madre, moglie, figlia, sorella, cugina, amica, conoscente, cliente… ma non lei stessa. Quanti cappelli si sceglie d’indossare ogni giorno? Tra uno sfrecciare e l’altro aveva imparato che, se qualcuno ti chiede qualcosa, il 70% delle volte sanno già la risposta e da te vogliono solo una conferma. Dunque, per non prendersi la responsabilità della risposta, nel caso questa fosse rinomatamente sgradevole, di rimando lei chiedeva: “Tu cosa pensi?”. Quella domanda era simbolo di scelta fiduciosa. Quella domanda ti permetteva un momento di dubbio, ti dava la possibilità di scegliere se mentire e mentirsi, ti dava la carta “esci dalla prigione” di Monopoli. La bambina si fermò proprio nel mezzo del marciapiede, davanti al negozio di ceramiche bellissimamente decorato con festoni, luci e sgargianti colori natalizi. Mamma era strana. Certe cose non si possono mica scegliere, no? Babbo Natale o esisteva, oppure non esisteva. La mamma si voltò distrattamente verso la vetrina e guardò incuriosita il riflesso suo e di sua figlia, un po’ spiazzata, che le stringeva forte la mano. “Perchè mi chiedi se esiste Babbo Natale? Come mai hai questo dubbio? Tu cosa ne pensi?” La bambina cincischiò. “Non so cosa pensare, mamma. A scuola m’hanno detto che non esiste, ma io non lo so. Per questo te lo chiedo. Mamma, esiste davvero Babbo Natale?” Entrarono nel palazzo. S’accovacciò sulle scale mettendosela davanti e rispose: “Per me esiste. Per altri no. Io ho scelto di credere che esiste. Non l’ho mai visto, ma lo sento ovunque, specialmente prima di Natale. Babbo Natale è una cosa da scegliere e non da credere dipendentemente da quello che dicono gli altri. La cosa bella di Babbo Natale è che puoi scegliere tu se esiste oppure no. E nessuno potrà mai dirti il contrario. Chi ti dice il contrario ha scelto di credere diversamente da te. Ma questo non vuol dire che non esista. Tu scegli. E così sarà.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...