Il suono della neve

“Esco un attimo” dice lui. Indossa il giaccone avviandosi verso il bosco. Sta nevicando da 3 giorni. Mentre s’infilava gli scarponi s’è ricordato d’un articolo letto recentemente. In Cina, scrivevano, aspettano la neve. Dicono che è benefica perché ammanta tutto e purifica il mondo, quando lo tocca. Se ti trovi con qualcuno, durante la prima nevicata, dicevano sempre in quell’articolo, quel qualcuno sarà il tuo compagno per la vita. Ricorda d’aver letto sul Prima di Bergamo che ogni fiocco di neve è come le persone: ognuno diverso da quello che lo precede e diverso da quello che lo precederà. Bella questa cosa. Gli piace questa idea che per ognuno di noi c’è un fiocco di neve. C’era pure la classificazione delle tipologie di fiocchi secondo la forma del cristallo che l’ha fatto sorridere. Alla fin fine, saremo tutti diversi ma dobbiamo catalogare, noi umani. Alla fin fine, cerchiamo sempre di catalogare tutto. Forse perché avremo sempre paura dell’ignoto. Più restiamo dentro un binario, più ci sembra sicuro.  A lui la neve piace e basta. In realtà, gli piacciono suono e profumo, della neve. Quel freddo metallico che s’intrufola nelle narici, quello scricchiolìo che si spande tutto intorno, ad ogni passo, mentre affonda lentamente facendo quel rumore simile a pergamena stropicciata. Gli piace. Cammina lentamente. Non sa dove sta andando. Voleva uscire di casa e basta. A volte, non ce la si fa; non si sopporta niente e nessuno di quello che s’ha intorno e, se si è abbastanza fortunati, si può uscire e basta. Ha detto “Esco un attimo” ma, forse, non sarà un attimo. A volte ti viene d’andare e non fermarti mai. Arriva ad un bivio. Non sa dove porta nessuna delle due strade. Pensa che, tra le tante vie per arrivare alla meta, c’è sempre un percorso più veloce. Si chiede quale sia la sua meta d’uomo appena andato in pensione. Non sa per quanto tempo sta fermo là a osservare i due viottoli dinanzi a lui. Certo, ci sarà sicuramente un percorso più veloce, ma è trovare il percorso che richiede tempo, pensa. Sospira accovacciandosi per prendere una manciata di neve. E un attimo, pensa, per qualcuno può durare una vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...