Guidando

Col tempo s’impara che la turca è meglio della tazza del water. C’è gente che si lamenta quando va in Cina e vede che solo nei posti per gli occidentali ci sono le tazze del water. Provassero a usare di più la turca, capirebbero pure come mai i Cinesi (sì, Cinesi con la cì maiuscola) ne sanno molto di più degli altri e ne sanno da molto più tempo di tutti gli altri, di più. Le turche, grazie al posizionamento del corpo, favoriscono l’espulsione in maniera naturale delle feci e impediscono (per quanto ad immaginarlo non ci si creda) più facilmente la diffusione di certe malattie. E ne sa qualcosa chi, viaggiando s’un treno per Venezia non se la poteva tenere fino a destinazione e si beccò le piattole perché poggiò le terga sulla tavoletta datosichè non riusciva a farla tenendosi in equilibrio mentre il FrecciaBianca, legato irrimediabilmente ai lisi binari, correva forte e il fetore dell’ammoniaca dell’urina sparsa ovunque stordiva l’unico neurone attivo che aveva in quel momento. Che le piattole, si sappia, sono una cosa incredibilmente fastidiosa. Tu pensi d’esserti lavato con troppa foga quella mattina o, magari, d’avere la psoriasi ai genitali e, invece, dei ragnetti invisibili e maleficamente grattiferi s’ingozzano del tuo sangue aggranfandosi a te e crogiolandosi tra il calore dei tuoi peli pubici e le cosce serrate nei jeans aderenti a zampa d’elefante. Già, la turca non è poi così male. Quella posizione non è poi così difficile da adottare, anzi, è naturale. Non siamo più abituati al naturale. Come le donne che, in realtà, non dovrebbero partorire sui letti ma accovacciate, come nella Savana. Sì nella Savana con la esse maiuscola. Che, pure là, diversamente da quanto si possa pensare, ne sanno molto di più di quanto se ne sappia a Parigi o a San Benedetto del Tronto. Ma solo perché non hanno le tazze del water, non gli crediamo. È mentre sto guidando attraverso il rione Amicizia, diretta a Fuorigrotta, che penso questa cosa. Non so perché la sto pensando. So solo che ho visto una piccola zingara che la faceva là, per terra, davanti a tutti e, improvvisamente, ho pensato che pure una turca andava bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...