Reso merce

Se non ti piace, cambialo, dice mamma. Mamma è gentile. Pure papà. Pure gli zii e pure tutti gli altri sono gentili. Qualcuno un pochino di più. Forse un po’ troppo di più. Se non ti piace, mangia qualcos’altro, dice mamma. Che è giusto cambiare idea, se qualcosa non ti va bene o se ti fa stare male, no? O forse bisogna praticare atto di fede e tenerla quella cosa, sopportarla, mangiarla per vedere se poi, magari, cambi idea? Non saprei. A sedici anni cosa posso mai saperne io degli atti di fede. Ho visto un documentario bellissimo ieri, sugli scoiattoli volanti. È stato magico quando, per la prima volta, hanno spiccato il volo, nel buio della notte, mentre i genitori li osservavano. Quello, per me, è un atto di fede. Però, dietro c’erano i genitori. I genitori sono sempre dietro. Quelli che si preoccupano sono sempre dietro. Quelli migliori sembra non stiano dietro ma in realtà, fingono di non preoccuparsi, e pur allontanandosi quanto più possibile, ti osservano da lontano, metro dopo metro, giusto in caso tu ne avessi bisogno. Lo sai che gli scoiattoli volanti possono planare per più di 400 metri? Bello eh? Era un documentario cinese. Questi cinesi… lo sai cosa pensano? Diversamente da quello che il resto della gente può credere, loro dicono che quando estrai l’essenza da un fiore o una pianta, in realtà, non la stai uccidendo, ma la stai liberando. La stai rendendo libera di sgranchirsi l’anima e diffondersi oziosamente nell’universo, finalmente. Stai liberando la sua energia affinché essa possa felicemente librarsi su nel cielo e inebriare chi c’incappa. È un po’ che ci penso a queste due cose. Al fatto che se uno vuole, come dice mamma, può cambiare se qualcosa non gli piace, che nessuno mica t’ammazza, dice mamma, se poi vuoi cambiare. Mi sembra giusto. E poi penso all’essenza che viene liberata. Al fiore che non muore ma si snoda via da tutto, invisibile, in tutto il suo quid, tutta la sua sostanza. Via dalle cose che non possiamo cambiare. E allora se non m’ammazza nessuno, lo faccio io. Perché non la voglio più questa vita. Voglio cambiarla. Perché così mi libererò, finalmente. Scusatemi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...