Il problema

Sono in un posto bellissimo. Un posto che la gente guarda alla televisione con Licia Colò. Quella con la voce lenta e melliflua che a volte mi da sui nervi che dice: «E ora, cari amici, andiamo in questo meraviglioso posto a visitare Tizio, Caio e Sempronio che fanno questo, quello e quello là.» Forse non è il tono della voce che mi da sui nervi. Forse è il modo in cui le dice le cose, che sembra che lei sappia tutto e ti sta a insegnare la vita e tu non sai una mazza. Ma è importante, ora, capire perché Licia Colò parla come parla? Direi di no. Direi chissenefotte, dai… Licia, parla pure come vuoi tu. Siamo in un paese democratico, dopotutto, no? O forse mi dovrei fermare a pensare perché Licia Colò, come dice le cose, mi fa venire l’orticaria? Il problema è mio. Ecco. Bisogna rendersi conto che, a volte, il problema non sono gli altri, ma siamo noi. Siamo noi che abbiamo un problema con gli altri e non il contrario. Poveri gli altri. Pessimi noi. E comunque quando guardavo le sue trasmissioni (per caso, fosse mai mica intenzionalmente) mi veniva da dirle: «Ma andiamo dove? Che non ho nemmeno le lacrime per piangere?». Sì, vabbè sognare è meglio che disperare, ma mica tanto, però. Comunque, ora sono qua. Spiagge bellissime, montagne imponenti, casa meravigliosa, Tizio, Caio e Sempronio che fanno questo, quello e quello là sono miei amici fidati e amorevoli, altro che… E tutte queste cose bellissime che bussano alla porta dell’anima mi fanno pensare che, davvero, siamo noi che ci costruiamo il nostro futuro lastricando la strada che abbiamo davanti con tutto quello che abbiamo lasciato dietro, cucito come bottoni di madreperla sulle pieghe del nostro passato. Bisogna fare delle scelte, però; scelte dolorose. Bisogna farle. Tipo la singletudine. Ci sono momenti in cui temo di non essere capace di sopportarla, la singletudine. E ci sono momenti in cui godo infinitamente dell’essere single ch’è benefico assai ed è in quel momento, quando mi fermo a guardare il mare che mi bacia i piedi mentre cammino sulla spiaggia, che capisco che il problema, come dicevo, è solo mio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...