L’arcobaleno

La verità? La verità è che sei diverso da me e per questo non sei giusto, non sei corretto, non sei normale, non sei accettato, non sei perfetto, non sei a posto. Sei diverso, diverso, diverso. E per questo sei sbagliato. Quest’è. M’hai rotto i coglioni con questa cosa del razzismo, dell’omofobia, della cattiveria, del nazismo e tutto il resto che ne viene appresso. Bello lamentarsi continuando ad essere la feccia del pianeta. Ci sono delle regole e tu non le rispetti, questo è il problema. Ci sono leggi della natura e della religione che non devono e non possono essere interpretate ab cazzum da chiunque respiri, l’hai capita oppure no? Chi non è come me mi sta sul cazzo e non lo sopporto. Siamo davvero un paese democratico? E allora espleto il mio diritto, esprimo il mio parere e dico quello che penso, quando e come la penso. Fosse mai che questo diritto vale solo per gay, femmine, marocchini, sfigati e zingari da tre soldi? E non facciamo la battuta del «Ah, i diritti ti stanno bene solo quando ne devi godere tu». Non fa più ridere, coglione. Mi stai sul cazzo quando cerchi di rigirare la frittata. Chi non rispetta e concorda con quello che dico, come lo dico, quando lo dico, mi sta sul cazzo. Nulla di più, nulla di meno. E ti odio. E non ti sopporto. Fai parte di quelle merde che si scopano a casaccio, che non sanno una mazza di niente, che si vantano di una diversità che è solo incapacità di stare al livello degli altri. Dite che quelli come me sono analfabeti, idioti, pecore sbiancate con lo sputo. Io ho una laurea. Io ho un lavoro ben pagato. Io ho una bella casa. Io faccio una vita normale (io) come tutti gli altri, sai? Voi no. E non vi fate schifo. Vi metterei al muro tutti quanti. Vi guardo e mi fate schifo. Ma ti rendi conto del declino sociale in cui stiamo affondando? Belli erano i giorni in cui vi s’ammazzava tutti, maledetti, che andate in giro col cazzo d’arcobaleno e gli striscioni glitterati a reclamare diritti che non v’appartengono. Ma vai un po’ affanculovà.

NdA: questo racconto (mero prodotto letterario) non rispecchia le idee/opinioni dell’autrice. E’ vietata la riproduzione (in qualsiasi modalità) del suddetto testo senza autorizzazione della stessa.

2 pensieri riguardo “L’arcobaleno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...