Galera

Camminando per strada vede una scritta sul muro: “La stessa acqua bollente che ammorbidisce una patata, fa diventare sodo un uovo. La vita è solo una questione di prospettive”. Sorride pensando sarcasticamente ‘oppure è solo questione di cosa metti dentro l’acqua bollente’.  Ricorda una lettera in cui lei gli scrisse che una certa situazione poteva sembrare una galera a certa gente, ma a lei no. Si sente mancare l’aria. Corre a casa. Apre il cassetto della scrivania e ricomincia a leggerla per la milionesima volta: «…sai, quella che per qualcuno potrebbe essere una galera, per me è una meravigliosa reggia. Questione di prospettive. Io ci ho provato. L’universo me n’è testimone. Ci ho provato a lasciarti per strada. Ci ho provato a non pensare più a te. Ci ho provato a non risponderti più anche quando mi chiamavi solo col cuore; che quello, forse, è il modo di chiamare più efficace e peggiore, per chi non vuol sentire, come me. Ci ho provato ad accogliere tutti i cambi di rotta del destino sperando che mi dessero qualcun altro da amare. Ci ho provato. E poi… Poi, nulla. Nulla perché ogni volta che passeggiamo assieme, tu mi cerchi la mano. Ogni volta che ti allontani un po’ da me, io ti vengo a cercare e ci ritroviamo. Perché anche solo guardando le vetrine assieme, io sono felice non per quello che vedo ma per il fatto che, nel frattempo, ti accarezzo la schiena, per sentirti più vicino. Perché tu ami col mio cuore e io respiro coi tuoi polmoni. Perché io guardo con i tuoi occhi e tu parli con la mia voce. Perché tu dici quello che penso e tutti e due pensiamo la stessa cosa. E’ una stronzata quella roba dei “diversi che si attraggono”. Certo, s’attraggono, ma poi si rigettano perché non hanno niente da condividere, niente a che vedere l’uno con l’altro. Bisogna accettarlo. Poi sarà tutto più facile. Perché è naturale amarti, visto che è come amare me stessa, finalmente. E poi mi rendo conto che galera non è se ogni momento è giusto per ricordarci che in questa cella ci siamo solo noi due e che la porta è aperta.»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...