Santamariammare

Amore, amicizia, mistero, comicità e… in un paesino adagiato tra le colline e il mare.

Santamariammare: “racconto tra i racconti”

Clicca QUA per leggere tutti i racconti di 365 parole di Santamariammare.

Cosa

Tra le tante “365 parole al giorno” troverete, più volte, racconti che parlano di un paesino chiamato “Santamariammare” e, in particolare, di ciò che accade tra il Maresciallo Majani e Padre Ignazio mentre cercano di risolvere assieme un omicidio avvenuto anni prima.

Chi

Padre Ignazio è un prete moderno, nonostante eserciti la professione di pastore di anime da qualche decennio. Dal carattere gioviale, ma severo, guida il suo gregge assieme ad una banda scatenata di anziane prefiche capitanate dalla mefistofelica signora Annina. Padre Ignazio lavora in sinergia con il Maresciallo Majani per il benessere della comunità fino a quando i sentimenti iniziano a mescolarsi…

Il Maresciallo Majani è arrivato a Santamariammare da qualche anno. Baffi a manubrio, bell’aspetto, nessun legame affettivo, portamento importante, di qualche anno più giovane di Padre Ignazio. Governa con padronanza e competenza la caserma e i cittadini del paese fino a quando, un bel mattino, svegliandosi, il suo primo pensiero, invece dell’assassinio da risolvere è… Ignazio.

Gli altri Annina (la dispettosa ma buona capo-prefica), Pinìn (il barista del bar Stella, deluso dalla vita), la “Signora” (una misteriosa sensitiva), la Signora Canova (un’arzilla signora anziana che protegge chi viene maltrattato), Marisa (una prostituta i cui resti vengono trovati quasi 50 anni dopo la scomparsa) e poi… Felicina, Irene e tanti altri.

Quando

Gli eventi si svolgono tra il 1974 e il 2021


..Il maresciallo Majani arrivò, lemme lemme, ‘ché piazza Torelli stava proprio dietro la caserma. Quattro carabinieri, dietro di lui, finivano la fila. Bel casino, pensò sospirando. Due cadaveri. Uno di questi stringeva in mano il flauto nero, lungo quasi mezzo metro. ‘Na trentina di persone avevano accerchiato flauto, panchina e cadaveri. Padre Ignazio fermo, davanti a tutti, ansimava…

(da “Il Flauto” – 8 luglio 2020)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...